Natura ed obiettivi

Il “Camillianum” è un Istituto di ricerca teologico-pastorale incorporato alla Facoltà di Sacra Teologia della Pontificia Università Lateranense, finalizzato a promuovere la cultura cristiana della salute, della cura e della vita.

Attraverso i corsi di Licenza e Dottorato in Teologia Pastorale Sanitaria, il Camillianum prepara docenti di Teologia ed esperti in pastorale della salute, forma operatori sanitari sensibilizzando la cultura al valore e al rispetto della vita umana.

Propone un’antropologia in cui gli aspetti esistenziali sono illuminati da una metafisica vitale, colta nelle pieghe concrete della persona umana. I corsi di teologia, filosofia, bioetica, scienze umane e il tirocinio pratico, permettono di cogliere come ogni essere umano sia risultato e fonte di cura e speranza e come la dinamica della salute sia lo stesso ritmo della vita, il modo di essere della persona, con la ricchezza della sua relazionalità aperta al Volto del Trascendente Vicino.

Di fronte a questa dinamica vitale il paradigma proposto è quello del conforto, radicato nella reciprocità trinitaria, attraverso il quale la Chiesa dice la sua sollecitudine per l’uomo, soprattutto quando è bisognoso e dispendente e non “autonomo, competente e collaborativo”. Secondo questo paradigma, la sofferenza può essere il perno verso l’Assoluto, l’occasione per la solidarietà e la comunione.

L’ispirazione del Camillianum proviene dalla carità pastorale che animò San Camillo de Lellis. Il suo “perché storico” è da ricercare nei profondi cambiamenti intervenuti nel mondo della salute, nel notevole sviluppo del progresso medico-scientifico e dei problemi (e delle sfide) pastorali che tutto questo solleva.

Il 28 aprile del 1987 il “Camillianum” fu approvato come Istituto per il secondo e terzo ciclo del curriculum teologico ed incorporato alla Pontificia Facoltà Teologica “Teresianum” a norma della Costituzione Sapientia Christiana e delle Ordinationes annesse. Fattori decisivi per la fondazione del Camillianum furono la pubblicazione della Lettera apostolica Salvifici doloris (11 febbraio 1984) e del Motu proprio Dolentium hominum (11 febbraio 1985), con il quale è stata costituita la Pontificia Commissione per la Pastorale degli Operatori Sanitari (divenuta in seguito “Pontificio Consiglio”).

L’Istituto “Camillianum” ha collaborato con altri Centri e Università: Università Cattolica del S. Cuore, l’Università Cattolica del Cile, la Escuela Universitaria de Trabajo Social (ICESB di Barcellona) e la Federación Española de Religiosas Sanitarias.

Dal 2009 il “Camillianum” è in convenzione con l’Università SS.ma Maria Assunta (LUMSA) per il Master di secondo livello in Bioetica e diritti umani. Il fine è quello di preparare ad affrontare le questioni bioetiche, biogiuridiche e bio-politiche emergenti a causa del progresso scientifico e tecnologico in ambito biomedico.

Dal 23 giugno 2012 il Camillianum è incorporato alla Facoltà di Sacra Teologia della Pontificia Università Lateranense che con la sua attività di ricerca e di formazione, è attenta alle istanze poste dalla contemporaneità e promuove una cultura volta al rispetto integrale della persona umana.