Articoli

Risoluzione del Comitato esecutivo dell'OMS

Risoluzione del Comitato esecutivo dell'O.M.S. sulla promozione della salute - Resolution oh the Executive Board of the WHO on Health Promotion
24 gennaio 1998


Il Consiglio Esecutivo dell’O.M.S. ha adottato il 28 gennaio 1998, nel corso della 101^ sessione, una Risoluzione sulla promozione della salute, basata sulla Dichiarazione di Jakarta. La Risoluzione verrà sottoposta all’approvazione ella prossima Assemblea Mondiale della Sanità che si svolgerà nel maggio 1998. E’ la prima volta che viene adottata una risoluzione simile sulla promozione della salute.

RISOLUZIONE DEL CONSIGLIO ESECUTIVO DELL’O.M.S.
Il Consiglio Esecutivo, dopo aver valutato il rapporto del Direttore Generale sulla promozione della salute, RACCOMANDA alla 51^ Assemblea Mondiale della Sanità di adottare la seguente Risoluzione.

La 51^ Assemblea Mondiale della Sanità, - richiamata la Risoluzione WHA 42.44 sulla promozione della salute, l’informazione al pubblico e l’educazione sanitaria, e ricordato il risultato delle quattro Conferenze internazionali sulla promozione della salute (Ottawa, 1986; Adelaide, 1988; Sundsvall, 1991; Jakarta, 1997);
- riconosciuto che la Carta di Ottawa per la promozione ella salute ha rappresentato una fonte di guida e di ispirazione in ogni parte del mondo per lo sviluppo della promozione della salute, attraverso cinque strategie fondamentali: costruire una politica pubblica per la salute, creare ambienti favorevoli, dare forza all’azione della comunità, sviluppare le abilità personali, riorientare i servizi sanitari; tenuto presente che oggi esiste una dimostrazione evidente che:

  • gli approcci globali che combinano insieme le cinque strategie sono i più efficaci;
    alcuni ambienti organizzativi quali le città, le isole, le comunità locali, i mercati, le scuole, i luoghi di lavoro e le strutture sanitarie offrono opportunità pratiche di implementare strategie globali;
  • per essere efficaci, l’azione della promozione della salute e i processi decisionali devono porre al centro le persone;
  • l’accesso all’istruzione e all’informazione è essenziale per ottenere una partecipazione efficace e per “attribuire maggiori poteri” alle persone e alle comunità;
  • la promozione della salute è un “investimento chiave” e un elemento essenziale dello sviluppo della salute;

consapevole delle sfide e dei determinanti della salute attuali, e della necessità di sviluppare nuove modalità d’azione per liberare il potenziale per la promozione della salute presente in molti settori della società, tra le comunità locali e nelle famiglie, adottando, ove possibile, un approccio basato su solide evidenze;
- riconosciuto che è sicuramente necessario superare le tradizionali barriere esistenti all’interno dei settori governativi, tra le organizzazioni governative e quelle non governative, e tra il settore pubblico e quello privato;
- confermate le priorità enunciate dalla Dichiarazione di Jakarta per la promozione della salute nel 21^ secolo;

1. ESORTA tutti gli Stati Membri:

  • a promuovere una responsabilità sociale per la salute;
  • ad aumentare gli investimenti per lo sviluppo della salute;
  • a consolidare e ad espandere “accordi operativi per la salute”;
    ad accrescere le capacità della comunità e ad “attribuire maggior poteri” agli individui in materia di salute;
  • a garantire una infrastruttura per la promozione della salute.

2. INVITA le organizzazioni delle Nazioni Unite, le organizzazioni e le fondazioni intergovernative e non governative, i donatori e l’intera comunità internazionale:

  • a mobilitare gli Stati Membri e a assisterli nella realizzazione di queste strategie;
  • a formare reti globali per la promozione della salute;

3. INVITA il Direttore Generale:

  • ad accrescere la capacità dell’Organizzazione con quella degli Stati Membri per favorire lo sviluppo di città, isole, comunità locali, mercati, le scuole, luoghi di lavoro e strutture sanitarie che promuovono la salute;
  • ad implementare strategie per la promozione della salute mirate a ogni età della vita, con particolare attenzione ai gruppi vulnerabili;

4. RICHIEDE al Direttore Generale:

  • di guidare la costituzione di una alleanza per la promozione della salute globale e di mettere in grado gli Stati Membri di implementare la Dichiarazione di Jakarta;
  • di supportare lo sviluppo della promozione della salute all’interno dell’Organizzazione

Segui Camillianum su: