Articoli

La Dichiarazione di consenso EURO-WHO (La promozione della salute e le riforme del sistema di assistenza sanitaria) Dublino

La Promozione della Salute e le riforme del sistema di assistenza sanitaria - Health Promotion and Health Care System Reforms
Dichiarazione di consensoEURO/WHO - Comitato Europeo per lo sviluppo della promozione della salute14-16 marzo 1995 Dublino, Irlanda

1. Sommario
L’investimento nella promozione della salute può portare un contributo significativo al raggiungimento dei più importanti obiettivi delle riforme del sistema di assistenza sanitaria. Perché questo possa accadere, è necessario che la promozione della salute sia ben organizzata e gestita a livello nazionale e locale. La disponibilità attuale di una crescente quantità di esperienze positive sviluppate nei paesi della Regione Europea rappresenta una base sicura da cui partire.

2. Introduzione
Le principali questioni relative alle riforme del sistema di assistenza sanitaria
La maggior parte dei paesi europei è attivamente impegnata a riformare il proprio sistema di assistenza sanitaria. Il Ljubljana Technical Package descrive e commenta l’ampia portata e varietà delle riforme nei diversi paesi, analizza i principali modelli e identifica le seguenti questioni chiave:

  1. la scelta di uno o più metodi per il finanziamento dell’assistenza sanitaria (basati sulla tassazione o sulla previdenza sociale, con o senza l’integrazione di un’assicurazione privata);
  2. il contenimento dei costi (attraverso misure che agiscono sulla domanda di servizi e/o sulla loro offerta e/o sul sistema di remunerazione dei fornitori);
  3. il decentramento, specialmente la delega delle responsabilità alle autorità locali, e/o la privatizzazione;
  4. il ruolo delle opinioni e delle scelte dei cittadini: libertà di scelta del fornitore e dell’assicuratore guidata dalla domanda del consumatore, maggiore sensibilità ai bisogni e alle richieste del consumatore nei sistemi basati sulla tassazione, partecipazione del cittadino al processo decisionale e alla pianificazione della riforma, definizione dei diritti dei cittadini, crescita del senso di responsabilità del consumatore nei confronti della salute;
  5. il miglioramento dello stato di salute, che è sempre più un obiettivo esplicito delle riforme in molti paesi e che sta accrescendo l’attenzione sul ruolo che può essere svolto dalla promozione della salute.


La promozione della salute e le riforme del sistema di assistenza sanitaria


L’aspirazione a raggiungere e mantenere una buona salute, condivisa dai popoli della Regione Europea, è manifestata dall’impegno a lungo termine che i governi hanno assunto per ottenere la Salute per Tutti ed è sempre più articolata in strategie nazionali per la salute. Tali strategie riconoscono che una buona salute è una risorsa significativa per lo sviluppo personale, sociale ed economico, è una importante dimensione della qualità della vita e che la sua conquista richiede lo sviluppo e l’integrazione di tre elementi convergenti:

  • i prerequisiti della salute: un ecosistema stabile e risorse sostenibili, un alloggio sicuro e in buone condizioni, una sana alimentazione, una buona istruzione, un reddito sufficiente, giustizia ed equità sociale;
  • interventi in tutti i settori della società per promuovere una salute migliore;
  • la progettazione e la realizzazione delle riforme dell’assistenza sanitaria in modo da raggiungere il livello di salute più alto possibile ridurre al minimo gli effetti dannosi sulla salute stessa; ciò richiede una particolare attenzione alle cinque questioni chiave prima elencate: i metodi di finanziamento, il contenimento dei costi, il decentramento, le opinioni e le scelte dei cittadini, il miglioramento dello stato di salute come obiettivo fondamentale.


Il contributo della promozione della salute

Mentre altri aspetti della riforma riguardano la gestione del consumo di servizi assistenziali, il principale contributo specifico che la promozione della salute può dare al processo di riforma riguarda la produzione di salute e la prevenzione delle malattie. A prescindere dal fatto che sarebbe auspicabile dal punto di vista umanitario, questo può permettere di allocare le risorse dell’assistenza sanitaria in modo più efficace di quanto non lo siano attualmente. I membri del Comitato Europeo per lo Sviluppo della Promozione della Salute individuano cinque attività che contribuiscono maggiormente alla promozione di una migliore salute:

creare condizioni di vita e di lavoro che promuovono una migliore salute, per esempio valutando e, se necessario, controllando l’applicazione delle nuove tecnologie;
rafforzare le capacità delle comunità di raggiungere una salute migliore, per esempio aiutandole a stabilire le proprie priorità e a progettare e realizzare strategie efficaci;
migliorare le abilità delle persone a migliorare la propria salute, per esempio attraverso l’informazione e l’educazione sanitaria nelle famiglie, nelle scuole, nei luoghi di lavoro e negli altri ambienti organizzativi della comunità;
orientare i sistemi di assistenza sanitaria e i servizi individuali verso la promozione di una salute migliore, per esempio dando incentivi ai medici di medicina generale per prevenire le malattie.

L’efficacia dell’investimento in queste attività, e a favore dei prerequisiti della salute, può attualmente essere ricavata dall’abbondanza di esperienze valutate che sono state sviluppate in molti paesi negli ultimi due decenni, e che vengono costantemente integrate dalle conclusioni delle ricerche e dai rapporti di gestione.

Organizzazione e infrastruttura

L’esperienza maturata nella Regione Europea suggerisce sempre più che questo importante aspetto delle riforme del sistema di assistenza sanitaria deve fare attenzione agli assetti gestionali nazionali e locali e alla promozione della salute, e che queste riforme sono probabilmente a rischio se essi non vengono esplicitamente considerati come parte del processo di riforma. Con tutta probabilità il successo deve essere basato su alcuni elementi:

  • creare e sostenere uno o più centri per la promozione della salute, inseriti nell’organizzazione complessiva della sanità pubblica, che agiscano come elementi centrali per l’analisi e l’azione, realizzino programmi regionali o estesi a tutta la nazione, diano supporto allo sviluppo delle competenze professionali e alla implementazione dei programmi in sede locale;
  • costituire e sostenere localmente la presenza delle competenze professionali per la promozione della salute e di un appropriato assetto organizzativo, che agiscano da elementi focali per la motivazione, il supporto e l’azione intersettoriali a livello locale;
  • definire le abilità e le competenze professionali necessarie, e mettere a punto programmi di formazione adeguati;
  • aumentare le capacità nelle discipline di ricerca e nei sistemi di informazione correlati a queste attività. L’Ufficio Regionale per l’Europa dell’O.M.S., con l’aiuto del Comitato Europeo per lo Sviluppo della Promozione della Salute, continuerà a fornire consulenza pratica e assistenza alle nazioni che cercano di migliorare questo aspetto vitale delle riforme del loro sistema di assistenza sanitaria.

Segui Camillianum su: